SCINTILLA E MATTONE / PROGETTO SOCIALE GESTALT

crisi

Negli ultimi anni la nostra società è stata colpita da una crisi economica di enormi proporzioni, che ha minato le fondamenta e stravolto gli equilibri sociali e politici dell’intero sistema paese.

Se questa congiuntura riuscisse a stimolare nei singoli e nella comunità un cambiamento e un’evoluzione, potrebbe addirittura rivelarsi positiva.
Non possiamo più permetterci di aspettare passivamente, sperando che la situazione migliori. Soprattutto, non possiamo più delegare.
Dobbiamo capire le cause che hanno concorso a innescare la crisi economica e rimediare agli errori.

Primo fra tutti la convinzione di star subendo la crisi: noi abbiamo costruito e generato questa situazione, non la abbiamo solo permessa e tollerata.

Il secondo errore riguarda il concetto di politica: è comunemente diffusa l’idea che occuparsi di politica significhi informarsi su cio’ che i politici fanno per poi votare. Dobbiamo smettere di aspettare miracolosi interventi legislativi e convincere noi stessi che il cambiamento parte da ognuno di noi.

La soluzione è ovvia: cambiare.
Noi cittadini dobbiamo diventare parte attiva della nostra comunità e della sua evoluzione, con spirito creativo e cooperativo, smettendo di parlare di crisi, della politica e dei politici e occupandoci concretamente della polis.

Il cambiamento parte da ognuno di noi.

Dobbiamo cambiare la nostra forma mentis: studente o dipendente, occupato o disoccupato, il cittadino deve acquisire una mentalità nuova e moderna, deve accendere la propria autoimprenditorialità.

Non si tratta di diventare tutti imprenditori!
A prescindere dall’inquadramento professionale, dobbiamo imparare a ragionare come gli imprenditori di successo: bisogna smettere di delegare al titolare o al capo la responsabilità di scelte, errori, processi produttivi, formazione professionale e contribuire attivamente a migliorare il funzionamento della nostra comunità.


Aiutare la comunità a ripartire è un dovere

degli imprenditori quanto di noi psicologi, psicoterapeuti, counsellor, insegnanti, formatori e operatori sociali.

virgole apre

Cambiare forma mentis però, è difficile e non si basa su una semplice scelta, bensì sulla costruzione di nuove abitudini mentali. Per creare queste nuove abitudini sono necessari quattro elementi: un nuovo modello, una guida, un laboratorio dove sperimentare e il sostegno di un gruppo.

Questi sono quattro pilastri di “Scintilla e Mattone” – basato sul metodo Gestalt Empowerment ideato dal dottor Paolo Baiocchi – in grado di rafforzare nelle persone le risorse intellettuali, emozionali, sociali ed esistenziali necessarie per affrontare nel modo giusto le sfide del nuovo mondo del lavoro.

virgole apre

Aiutaci anche tu a diffondere e a sostenere il progetto Scintilla e Mattone.
Assieme possiamo contribuire alla ripartenza del nostro “sistema paese”.

DIFFUSIONE

Hai la possibilità di diffondere il progetto attraverso i giornali, la radio, la televisione o altri media? Il nostro Ufficio Stampa è a tua disposizione.

LOCATION

Hai uno spazio che non usi, una stanza, un ufficio o un luogo adatto in cui gratuitamente i Gruppi di Scintilla e Mattone possono incontrarsi? Contattaci...

DONAZIONE

Scintilla e Mattone è un progetto sociale senza scopo di lucro e anche la più piccola donazione rappresenta una grande possibilità per aiutare chi è in difficoltà.

organizzazione

progetto

metodo